Circolare n. 139/22: Scrutini finali a.s. 2021/2022 in presenza sede centrale via P. Giorgio Frassati, 2. Calendario e adempimenti finali

Prot. n. 4082                                                                                San Marco in Lamis, 21 maggio 2022

OGGETTO: Scrutini finali a.s. 2021/2022 in presenza sede centrale via P. Giorgio Frassati, 2. Calendario e adempimenti finali.

Facendo seguito alla circolare 137 prot. n. 3918 per consentire un ordinato svolgimento degli scrutini e delle altre operazioni conclusive dell’anno scolastico in corso.

Gli scrutini si svolgeranno in presenza, mediante il supporto del registro elettronico e secondo il calendario allegato.

I sigg. coordinatori delle classi sono delegati, in caso di assenza del Dirigente Scolastico, a presiedere i Consigli, mentre i proff. Maurizio Sassano, Matteo Coco e Maria Ripalta Tavoliere daranno supporto ai lavori degli stessi.

Si invitano i docenti a controllare date e orari che potrebbero aver subito variazioni per esigenze organizzative.

Per problemi di natura informatica contattare l’A.T. Maurizio Napolitano invece per problematiche riguardanti il registro elettronico contattare le proff. Celestina CIRELLA e Gina DE CAROLIS. 

O.d.G. dei consigli di classe:

Valutazione finale a.s. 2021/2022;

Certificazione delle competenze classi IV (solo per le classi della sezione professionale DECRETO 24 agosto 2021 Adozione del «Certificato di competenze» di cui all'articolo 5, comma 1, lettera g), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61. - GU n.305 del 24-12-2021).

Adempimenti finali: indicazioni operative

Registro elettronico

Tutti i docenti provvederanno alla compilazione del registro elettronico personale entro il termine degli scrutini. Ogni docente dovrà controllare che il proprio registro sia compilato per le parti richieste, avendo cura di verificare che siano riportate correttamente tutte le valutazioni periodiche, eventuali interventi individualizzati di sostegno all'apprendimento, effettuati durante l'anno, le attività personalizzate in correlazione al PDP per gli alunni con BES/ DSA e in correlazione con il PEI per gli alunni diversabili.

Relazioni finali disciplinari e programmi svolti

Le relazioni finali disciplinari (comprensive degli argomenti trattati) devono essere redatte in duplice copia, in formato digitale, di cui una va allegata al registro elettronico e l’altra va inviata al coordinatore, entro e non oltre giorno 8 giugno.

Il coordinatore raccolte tutte le relazioni le consegnerà agli uffici di didattica.

Si ricorda che nelle relazioni finali non devono essere indicati i nominativi degli alunni.

Scrutini

Si ricorda che è obbligatorio riportare le proposte di voto della propria disciplina abbondantemente prima degli scrutini sul registro elettronico (e comunque entro e non oltre le ore 12,00 del 1 giugno 2022).

È doveroso rammentare che in sede di valutazione finale, i Consigli dovranno essere “perfetti”, cioè composti da tutti i docenti della classe (art. 7, c.5 del D. Lgs 297/94), per garantire la validità legale delle operazioni legate allo scrutinio stesso.

Il Collegio dei Docenti ha approvato i criteri ai quali occorrerà attenersi per l’attribuzione del credito formativo a tutti gli studenti che presenteranno, prima dei Consigli per gli scrutini, la certificazione riguardante le attività extracurriculari svolte durante l’anno scolastico, sia interne che esterne alla scuola.

Il Consiglio di Classe sarà ritenuto sciolto solo dopo l’adempimento di tutte le formalità dovute (es. trascrizioni dei voti e dei giudizi globali e verbali).

Eventuali sovrapposizioni di Consigli di Classe di altre Scuole, per i docenti collegati, dovranno essere tempestivamente comunicate.

Si ricorda che il voto proposto dal singolo docente, in sede di Consiglio, non può che essere quello reale scaturente da effettive valutazioni individuali, nel rispetto delle norme ministeriali e della deontologia che contraddistingue ogni singolo docente. Tutti devono aver presente che sotto il profilo formale trovano applicazione i principi della trasparenza amministrativa (L. 241/1990), che pongono l’obbligo per la scuola di documentare adeguatamente il processo che ha condotto alla valutazione in itinere e finale, in modo che esso possa essere ricostruito in tutte le sue articolazioni. La documentazione finale (registro elettronico, registri di classe, verbali ed altri atti significativi) va ordinata con essenzialità e coerenza, assicurando, tra l’altro, elementi circostanziati e probanti ai fini di un eventuale contenzioso.

È compito del coordinatore di classe verificare, se il singolo alunno abbia superato il limite massimo consentito di assenze e se esse, pur rientrando nelle deroghe previste, impediscano, comunque, di procedere alla fase valutativa, considerata la non sufficiente permanenza del rapporto educativo. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame di Stato.

Casi da considerare ai fini delle deroghe previste, le assenze dovute a:

  • gravi motivi di salute adeguatamente documentati
  • terapie e /o cure programmate
  • donazione di sangue
  • partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal C.O.N.I.
  • adesioni a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese che considerano il sabato come giorno di riposo
  • gravi motivi familiari

CRITERI PER LA AMMISSIONE/NON AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA

Ammissione alla classe successiva

Ai sensi dell’articolo 4, comma 5, del d.P.R. n. 122 del 2009, sono ammessi alla classe successiva gli studenti che in sede di scrutinio finale conseguono un voto di comportamento non inferiore a sei decimi e una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina. Con riferimento all’attribuzione del credito scolastico nelle classi non terminali, restano ferme le disposizioni di cui all’articolo 15, comma 2, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62.

Sospensione del giudizio

A norma dell’art. 4 comma 6 del d.P.R. n.122 del 2009 nello scrutinio finale il consiglio di classe sospende il giudizio degli alunni che non hanno conseguito la sufficienza in non più di tre discipline come deliberato dal collegio dei docenti in data 18 maggio 2022.

Non ammissione

La non ammissione dell’allievo alla classe successiva può essere deliberata nel caso si superi un numero di insufficienze superiore a tre delle discipline dell’indirizzo di studi.

Casi di non regolarità dell’anno scolastico

Validità dell’anno scolastico per la valutazione degli alunni nella scuola secondaria di primo e secondo grado

Artt. 2 e 14 DPR 122/2009.

Come è noto dall’anno scolastico in corso trova piena applicazione, per gli studenti di tutte le classi degli istituti di istruzione secondaria di II grado, la disposizione sulla validità dell’anno scolastico di cui all’articolo 14, comma 7, del Regolamento di coordinamento delle norme per la valutazione degli alunni di cui al DPR 22 giugno 2009, n. 122. Tale disposizione prevede che “… ai fini della validità dell'anno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale personalizzato”.

Certificazione competenze

Nelle classi seconde di tutti gli indirizzi i coordinatori dei consigli di classe si prodigheranno affinché venga stilata la certificazione delle competenze relative all’assolvimento dell’obbligo d’istruzione come previsto dal D.M. n. 139/2007 e dal D.M. n. 927/2010.

Si ricorda che dal 2010 c'è l'obbligo al termine della classe seconda della scuola secondaria di secondo grado di certificare le competenze per tutti gli studenti nelle diverse materie, secondo gli assi culturali.

I coordinatori delle classi IV della sezione professionale provvederanno all’elaborazione della certificazione delle competenze come previsto dal Decreto 24 agosto 2021 Adozione del «Certificato di competenze» di cui all'articolo 5, comma 1, lettera g), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61. – GU n.305 del 24-12-2021.

Voto di condotta

In sede di scrutinio finale i coordinatori dei consigli di classe proporranno il voto di condotta secondo i criteri approvati dagli OO.CC. e inseriti nel PTOF.

La valutazione del comportamento è effettuata mediante l'attribuzione di un voto numerico espresso in decimi da parte del Consiglio di classe con deliberazione assunta, ove necessario, a maggioranza. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

Redazione verbale

Per ciascun Consiglio di classe il verbale verrà prodotto sul format presente all’interno del registro elettronico, al termine dell'inserimento di tutti i dati necessari. Ciascun coordinatore, prima della consegna, avrà cura di verificare l’esattezza e la completezza dei dati riportati sul verbale, apportando eventuali modifiche e/o integrazioni.

Ultimate le operazioni di scrutinio, letto e approvato il verbale, i coordinatori di classe si accerteranno che tutta la documentazione relativa allo scrutinio sia stata adeguatamente completata (tabellone, schede di valutazione, elenco alunni con sospensione del giudizio con l’indicazione delle discipline insufficienti e i documenti di certificazione delle competenze per le classi seconde). Ciascun docente validerà la documentazione secondo la procedura appositamente predisposta all’interno del registro elettronico che prevede la presa visione dei documenti redatti nelle operazioni di scrutinio all’interno dell’area Bacheca. La raccolta di tutti i documenti e delle relative validazioni sarà infine coordinata dalle proff.sse Celestina CIRELLA e Gina DE CAROLIS a cui ciascun coordinatore dovrà riferirsi.

Gli atti saranno quindi trasmessi al Dirigente per la validazione finale.

Si allega:

calendario scrutini.

N.B.

Per le caratteristiche peculiari della modalità telematica si raccomanda a tutti il rispetto rigoroso dei tempi previsti.

Nel calendario degli scrutini è indicato il solo orario della parte decisionale del C. di C., mentre i lavori dello stesso continuano fino al completo esaurimento delle varie formalità.

Si ricorda ai Sigg. Docenti che la partecipazione ai Consigli di Classe è un obbligo di servizio.

Cordiali saluti

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(prof. Costanzo CASCAVILLA)

Allegati:
Scarica questo file (All Circ.137.pdf)Calendario

Non hai le autorizzazioni per poter firmare!